Area Stampa > News
26/08/2010 - Il 57° Taormina Film Fest annuncia le sue date, ospiti d’onore i paesi del Maghreb
La 57^ edizione si svolgerà dall’ 11 al 18 giugno 2011.
Per il quinto anno consecutivo, il festival sarà diretto da Deborah Young e, come è ormai felice tradizione, porterà alla ribalta alcuni paesi dell’area mediterranea: tre paesi del Maghreb – la Tunisia, l’Algeria e il Marocco – sono infatti stati scelti come Ospiti d’Onore 2011.
Con il 56.esimo Taormina Film Fest, conclusosi il 18 giugno 2010, il festival di cinema di Taormina Arte ha raggiunto una nuova e significativa importanza nel panorama dei festival cinematografici sia in Italia che all’estero.
Tutto ciò è accaduto grazie un costante ed arduo lavoro teso ad innalzare la qualità del festival con film importanti e anteprime mondiali. Tra questi, l’anteprima mondiale di Toy Story 3, il film “blockbuster” dell’estate che ha incassato ben 740 milioni di euro dopo la proiezione a Taormina, diventando così il film di animazione più gettonato di tutti i tempi. Con la storica proiezione che ha aperto il Festival, seguita in ogni suo passo dalla Pixar e dalla Walt Disney, per la prima volta la tecnologia 3D è approdata in un’arena all’aperto. Per l’occasione il festival ha esaurito tutti i 3.300 occhialini 3D previsti, mentre molti spettatori sono rimasti fuori causa esaurimento posti. Grande è stata la soddisfazione della Disney e della Pixar.
La presenza di Robert De Niro, mitico attore, regista e produttore del cinema Hollywoodiano, ha avuto un significato molto particolare non solo per il Festival, ma per la Sicilia intera. Dopo i suoi incontri con il regista Giovanni Veronesi ed il produttore De Laurentiis a Taormina, è giunta notizia che De Niro si appresta a girare Manuale d’amore 3 in Italia a settembre.
Oltre a De Niro, l’Albo d’Oro del festival è stato inoltre arricchito da importanti nuovi premi Taormina Arte Award, realizzati dall’artista Gerardo Sacco, quest’anno consegnati a: Colin Firth, Francesco Alliata di Villafranca, Marco Bellocchio e Jafar Panahi. Tutti i vincitori, con la sola eccezione di Panahi che non ha potuto partecipare al Festival, hanno tenuto affollatissime Lezioni di Cinema davanti a 650 giovani partecipanti di Campus Taormina.
Proprio Campus Taormina è stato protagonista di questa edizione del Festival con un grande numero di ragazzi che hanno scelto Taormina come luogo per approfondire la loro conoscenza di cinema, complice il Ministero della Gioventù alla sua prima collaborazione con il Festival. Attori popolari come Ambra Angiolini, Giorgio Pasotti, Margareth Madé, Francesco Scianna, Diane Fleri, Maria Pia Ruspoli e Cristiana Capotondi hanno partecipato agli incontri.
La giuria internazionale, presieduta dal direttore del Festival di Berlino Dieter Kosslick, ha voluto sottolineare il suo apprezzamento per il film italiano in concorso, assegnando il Golden Tauro a “Dalla vita in poi”, coprodotto da Rai Cinema, ed i due premi come migliori attori (splendidi i premi creati e realizzati dall’artista Gerardo Sacco) ai suoi fantastici interpreti Cristiana Capotondi e Filippo Nigro, mentre il Premio speciale della giuria è andato al film spagnolo “18 Comidas”.
Sette film prodotti al di fuori del Mediterraneo hanno concorso per il Premio del Pubblico, giudicato da una Giuria Popolare nella sezione Oltre il Mediterraneo. Il vincitore è stato “Friendship!” diretto dal tedesco Markus Goller.
La Giuria Popolare ha inoltre scelto “Rec Stop & Play” di Emanuele Pisano come vincitore del Concorso Cortometraggi Siciliani promosso da N.I.C.E. (New Italian Cinema Events).
Fra i premi collaterali assegnati sul palcoscenico del Teatro Antico, ricordiamo il Fondazione Roma Mediterraneo Award for Dialogue between Cultures presented in association with The Hollywood Reporter al celebre regista bosniaco Emir Kusturica, mentre il premio Taormina Vision Award è andato a Diego Lerner, presidente della Walt Disney Company. I due premi Messinesi Ambasciatoridella Sicilia nel Mondo sono stati consegnati a Maria Grazia Cucinotta e al dott. Salvatore Mancuso. Il Ministero della Gioventù ha istituito due Premi Campus Gioventù per il miglior film della rassegna Spagna (assegnato da una giuria di 40 giovani a “53 Dias en invierno”) e di quello del rassegna Brasile (assegnato dalla stessa giuria a “Besouro”)
Alcuni tra i premi consegnati sono stati realizzati da Le Colonne, come il premio Città di Taormina assegnato al leggendario stilista Valentino. Infine, il premio Cinema e Sport è stato consegnato al mitico calciatore Totò Schillaci.
Tra gli eventi speciali del Festival segnaliamo l’omaggio ad una delle più prestigiose società di produzione cinematografica siciliana, la Panaria Film, nota per aver realizzato negli anni ‘40 i primi documentari subacquei, grazie alla passione per il Mar Mediterraneo dei suoi fondatori, primo fra tutti, il Principe Francesco Alliata di Villafranca. La grande mostra fotografica, messa a disposizione dalla famiglia Alliata, è stata allestita nella Chiesa del Carmine a Taormina.
Con il sostegno economico dell’agenzia nazionale di promozione Cinema do Brasil ed il supporto organizzativo della Camera di Commercio Italo-brasiliana, il cinema brasiliano contemporaneo è tornato a Taormina per il secondo anno consecutivo, corredato da una performance della nota cantante Adriana Calcanhotta.
Infine, il Festival ha abilmente superato la “concorrenza” dei Mondiali di calcio, incorporando lo sport all’interno del festival nella sezione chiamata Cinema nel pallone. La Gazzetta dello Sport è entrata come nuovo media partner, portando, appunto, Totò Schillaci, mentre il Festival ha sottolineato il legame tra cinema e sport proiettando ben 5 film sul calcio oltre che la diretta della partita Italia-Paraguay davanti a una folla entusiasta.
Ringraziamo di cuore la stampa e le televisioni che hanno riconosciuto nel 56esimo Taormina Film Fest un evento nuovo, moderno ed imperdibile. E’ stata ampiamente rilevata una copertura di gran lunga maggiore rispetto agli altri anni che ha compreso servizi televisivi in tutto il mondo grazie alla partecipazione di Eurovision e la sua distribuzione mondiale. Allo stesso modo, nuovi sponsor si sono proposti quest’anno fra cui la Fondazione Roma Mediterraneo, il Ministero della Gioventù, John Galliano e Gamenet, e ci sono i presupposti per incrementare la partecipazione di sponsor privati l’anno prossimo.