::: Italia Film Fest:::

Eye of the Sun

:: SCHEDA

Reg./Dir.: Ibrahim El Batout Scen./Script: Tamer El Said Ibrahim El Batout Mont./Ed.: Ahmed Abdalah Mont.Suo./Sou.Ed.: Mohab Mostafa Ezz Mus.: Amir Khalaf Cast: Hanan Youssef Boutros Boutros Ghaly Ramadan Khater Hanan Adel Samar Abdelwahab Mariam Abodouma Prod./Distr.: Sherif Mandour


:: TRAMA

Un taxi attraversa la città di Ein Shams, una volta - millenni addietro - fulgida capitale dell’antico Egitto: Heliopolis, la città del sole, sacro riferimento culturale e religioso a cui accostarsi in punta di piedi. Alla guida del taxi, Ramadan, uomo mite e coscienzioso, ne percorre le strade sempre più degradate senza poter fare a meno di paragonare l’attuale declino con la grandezza passata e costantemente rimpianta. Il tragitto di Ramadan ci introdurrà ai luoghi della città e a chi li abita, ai loro pensieri, ai loro desideri, ai sogni spesso mortificati dall’impatto con la realtà. Una realtà deludente, guastata dalle contaminazioni della modernità, che ammala i corpi - attraverso i veleni assorbiti da acqua cibo e aria – e fiacca le menti, anche quelle pronte a sfidare la locale decadenza politica e sociale e perfino le tragedie post-belliche di un Iraq particolarmente vicino. Dolci speranze e grandi progetti si trasformano in notizie funeste e ambizioni frustrate , raccontate dal coro polifonico in cui si fondono l’amabile voce narrante, gli struggenti canti tradizionali , le parole allarmanti dei notiziari televisivi e il tono vivace di una bambina che porta il nome della città che amerebbe conoscere più a fondo ma che sarà invece costretta a salutare. Dopo il tanto discusso “Ithaki”, il controverso filmmaker indipendente Ibrahim El Batout torna ad accendere polemiche e discussioni con un’ opera seconda bandita dai festival nazionali perché apertamente denunciata ria del destino miserevole cui l’Egitto sembra condannato a causa della propria inerzia socio-politica . Maria Rosaria Cerino

:: BIOGRAFIA

Ibrahim El Batout lavora come regista, produttore e cameraman dal 1987. Le sue storie trattano principalmente temi legati alla sofferenza. El Batout ha diretto molti documentary per canali televisivi internazionali come ZDF (Germania), TBS (Giappone) e ARTE (Francia). Il suo impegno documentaristico è stato onorato dal Rory Peck Trust (2003) e l’Axel Springer Award in Germany (1994 and 2000) e la Direct Marketing Association’s (1996). Al principio del 2004 El Batout si introduce nel mondo della finzione per creare il suo primo lungometraggio “Ithaki” (2005). Il suo secondo film è intitolato “Ein Shams”.

 

 

  

:: FILMOGRAFIA

2008 Ein Shams (The Eye of the Sun) 2005 Ithaki