"Making Of" trionfa al Taormina FilmFest

GOLDEN TAURO Per Miglior Film a NOURI BOUZID (nella foto) “AKHER FILM” (MAKING OF) Il premio onora non solo il coraggio dei film politici, ma la maestria artistica dell’uso del linguaggio cinematografico. Nel dipingere le circostanze sia sociali che psicologiche che possono spingere un individuo a divenire terrorista PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA Per la regia a DAVID VOLACH “HOFSHAT KAITS” (MY FATHER MY LORD) Per la sua regia visivamente espressiva di questo film israeliano, un racconto commovente sulla tragedia che può accadere quando la devozione letterale ed intensa del non permette di soddisfare i bisogni delle sue creature. PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA Per la sceneggiatura a STEFANO INCERTI – SALVATORE PARLAGRECO – HEIDRUN SCHLEEF “UOMO DI VETRO” Per l’intensa scrittura e per il ritratto struggente di come, prendendo in prestito le parole di uno dei protagonisti: “solo un folle può tradire la mafia” PREMIO per Miglior Recitazione a LOFTI ABDELLI “AKHER FILM” (MAKING OF) Il dinamico e giovane protagonista del film tunisino ci regala una performance la cui intensità ed energia ci ha impressionato in maniera consistente Per la sezione "Oltre il Mediterraneo", la giuria popolare ha assegnato, all'unanimità, il primo premio al film "Warden of the dead" del regista bulgaro Ilian Simeonov, con la seguente motivazione: "per il fondamentale richiamo alla bellezza, unica sorgente di vita e verità in una società che, riflettendo se stessa nelle macerie del proprio passato, ha ormai rinunciato ad esercitare il proprio diritto alla speranza". Sono stati, inoltre, segnalati "Beyond the Crimson Sky", di Masaki Hammamoto e "XXY" di Lucia Puenzo. N.I.C.E. – INTEL CENTRINO DUO AWARD Per Miglior Cortometraggio “Red Line” di Francesco Cannavà “Pisci di broru” di Paolo Santangelo, è stato, invece il cortometraggio più visto e più cliccato dal popolo di internet.