::: Italia Film Fest:::

SLEEPLESS NIGHTS

:: SCHEDA

Reg./Dir.: Hani Khalefa Scen./Script: Tamer Habib Fot./Phot.: Ahmed Abd El-Aziz Mont./Ed.: Khaled Mar’i Scg./Art Dir.: Emed El-Khodari Mus.: Hesham Nazih Cast: Mona Zaki Ahmed Helmi Sherif Mounir Hanan Turk Khaled Aboul-Naga Jehane Fadel Fathi Abd El-Wahab Ola Ghanem Prod.: El-Arabeya (EGYPT) Distr.: El-Arabeya (EGYPT) www.egyfilm.com Dati tecn./Tech. data: Egitto / Egypt 2003 122 min. / 35 mm


:: TRAMA

Il film si svolge nell’arco di tre giorni, tra il Cairo e Alessandria nel 2003. Sameh è ingegnere del suono scapolo che vive con Inas, una donna divorziata. Khaled è il proprietario di autosalone e sua moglie, Perry, è in procinto di partorire il suo secondo figlio. Amr, sposato a Farah, dirige la fabbrica di cui è proprietaria la suocera. Ali è un uomo d’affari la cui vita sessuale con la moglie Mushira è deludente. Sameh è restio a sposare Inas. Perry scopre che Khaled la tradisce. Omar abbandona la moglie quando questa gli rinfaccia la sua provenienza modesta. Mushira resiste alla tentazione di tradire il marito. Ognuno cerca di andare avanti con la propria vita. A dieci anni dal diploma, il regista Hani Khalefa presenta un film che, più di ogni altro, ha saputo essere il simbolo della sua generazione. “American Graffiti” incontra “Sesso, Bugie e Videotape”, ma con un risvolto tipicamente egiziano. E considerando la propensione del cinema egiziano ad affrontare temi sessuali, nonostante rimangano solo le bugie, il film riesce ad avere successo su più fronti. Khalefa riesce a dare voce alle nuove generazioni non solo attraverso la scelta dei temi e a un nuovo stile, lontano da classicismi e nuove forme di realismo, ma attraverso un’eccellente sceneggiatura firmata da Tamer Habib e un cast tecnico di riguardo: fotografia di Ahmed Abd El-Aziz, scenografie di Emed El-Khodari, montaggio di Khaled Mar’i, musiche di Hesham Nazih. Nel cast gli attori più famosi del tempo: Ahmed Helmi, Mona Zaki, Hanan Turk, Sherif Munir, Khaled Aboul-Naga, Jehane Fadel, Fathi Abd El-Wahab, Ola Ghanem e Ahmed Kamal. Questo è il film che segna la nascita di una generazione completamente nuo - va di filmmakers del nuovo millennio. radiso” è una produzione puramente egiziana con tre fra i migliori tecnici dietro alla cinepresa: il direttore della fotografia Tark El-Telmesany, lo scenografo Salah Mar’i e il montatore Khaled Mar’i. Davanti alla cinepresa, Layla Olwi e Mahmoud Hemida regalano le migliori interpretazioni della loro carriera. Bahib El-Sima ha suscitato forti reazioni per tutta la seconda metà del 2004. Con qualche esitazione e alcuni piccoli tagli la commissione di censura ne ha autorizzato la proiezione. Ma il film non è riuscito a evitare le citazioni da parte dei numerosi avvocati e preti copti, citazioni che fortunatamente sono state fatte cadere prima della fine dell’anno. L’indignazione dei copti aveva raggiunto proporzioni tali da spingere la gente a manifestare per la strada, fino a quando il film non è stato ritirato dalle sale.

:: BIOGRAFIA

HANI KHALEFA Nasce a Souhag, Egitto, il 6 marzo del 1970. Si diploma al Cinema Institute di Giza nel 1993. Lavora come aiuto regista per Khayri Beshara, Dawoud Abd El-Sayed e Radwan El-Kashef.

 

 

  

:: FILMOGRAFIA

2003 Sleepless Nights