Italiafilmfest - Documetari

:: TITOLO

KREMEN

:: SCHEDA

Reg./Dir.: Aleksei Mizgiryov Scen./Script: Yuri Klavdiyev Aleksei Mizgiryov Fot./Phot.: Vadim Deyev Cast: Yevgeni Antropov Dmitri Kulichkov Anastasiya Bezborodova Sergei Shekhovtsov Tatyana Nastashevskaya Aleksandr Golubyov Prod.: Sergei Selyanov Contact: Intercinema XXI Raissa Fomina Tel. +7 095 255 9052 E-mail: post@intercin.ru Dati tecn./Tech. data: Russia, 2007 82 min. / 35 mm


:: TRAMA

Kremen: dal russo, sasso. O, più precisamente, pietra focaia, l’elemento durissimo e capace di emettere scintille se sfregato contro l’acciaio. È cosi che Anton Remizov, giovane provinciale appena dimesso dal servizio militare, si dichiara più volte: fermo come una pietra. E – i fatti dimostreranno – pericolosamente infiammabile come un semplice acciarino se accostato a elementi a rischio. Elementi di cui pullula la spietata sebbene seducente metropoli moscovita che Anton si affretta a raggiungere, alla ricerca di occasioni e persone utili a dare una svolta (imprevista) alla propria esistenza. La ferrea disciplina della vita militare lo ha fortemente temprato e lui si sente pronto a fronteggiare qualsiasi circostanza e a conquistare colei il cui nome porta tatuato sul corpo. Invece, sarà la delusione più cocente. L’inflessibile Anton si troverà a combattere a modo suo la corruzione, l’inganno, la solitudine, l’indifferenza. Il grigiore di certi stati d’animo traspare nel film dalla fissità delle posture e da una fotografia scarna che tende a “imbiancare” tutto e richiama alla mente le astrazioni pittoriche di Malevic. Il commento musicale si restringe a un frammento che si ripropone monotono e ossessivo come il suono del fischietto che persevera nel segnalare alle autorità ogni effrazione delle regole stabilite. “Kremen” è scritto e diretto da un giovane filmmaker sovietico che pare aver fatto confluire nella sua opera prima riflessioni proprie e storie mutuate dai classici di cinema e letteratura, amati per la capacità di far collimare il vissuto e la psicologia di un Taxi Driver newyorkese con le Grandi Speranze di un apprendista fabbro londinese. Come per questi, le brutali/eroiche azioni di Anton non sono che le estreme conseguenze del più amaro disinganno, della più feroce frustrazione dell’ambizione a migliorare se stessi e ciò che ci circonda per poter emergere dall’alienante squallore metropolitano e ammantarsi della gloria utile a meritare l’amore della donna idealizzata.

:: BIOGRAFIA

ALEKSEI MIZGIRYOV Nasce il primo luglio 1974 a Mysk, Russia. Studia presso l’università statale Tomsk e consegue la laurea in Filosofia nel 1998. Frequenta il corso di regia tenuto da Vadim presso la VGIK.

 

 

  

:: FILMOGRAFIA

2007 Kremen