::: Italia Film Fest:::

MAKING OF

:: SCHEDA

Reg./Dir.: Nouri Bouzid Scen./Script: Monia Mnif Cherif Fot./Phot.: Michel Baudour Mont./Ed.: Karim Hammouda Scg./Art Dir.: Khaled Joulak Cost.: Fatma Madani Cast: Lotfi Abdelli Lotfi Dziri Afef Ben Mahmoud Fatma Saidane Foued Litayem Helmi Dridi Sofian Chaari Med Ali Boum’Nijel Taoufik Bahri Dorra Zorrouk Moez Kouki Mustapha Hattab Nouri Bouzid Prod.: CTV Production Contact: CTV Production Tel. +71 885 955 / +71 885 299 E-mail: ctvfilm@gnet.tn Dati tecn./Tech. data: Tunisia 2006 115 min. / 35 mm


:: TRAMA

Il titolo di questa pellicola straordinariamente coraggiosa, probabilmente il miglior film nella carriera di Nouri Bouzid, nasconde un doppio significato. Da una parte la realizzazione del film – lo stesso che stiamo guardando. Più volte infatti la storia viene interrotta quando il giovane attore che interpreta Bahta, un break dancer ribelle e pieno di talento costantemente nei guai con la polizia, smette di recitare per capire qualcosa in più rispetto al ruolo che interpreta. In questi momenti il regista lascia la sua postazione per convincerlo a fidarsi del suo giudizio e a continuare con l’interpretazione, anche se non ha letto tutta la sceneggiatura. Sembra quasi voler dire che nessuno sa come finirà il film o qualsiasi altra cosa al mondo; la vita è un percorso, e la fine di questo percorso non è ancora stata scritta. Dall’altra parte, però, c’è la storia agghiacciante della nascita di un terrorista, un kamikaze. È il 2003 e l’Iraq è stato appena invaso dalla coalizione americana. I mussulmani sono diventati improvvisamente persone sospette. Frustrato dalle limitazioni della sua vita in Tunisia, Bahta sogna di scappare in Europa e quando questo sogno si rivela impossibile eccolo diventare il facile obiettivo di un gruppo di fondamentalisti pronti a plagiarlo. Ciò che rende questo film eccezionale è il modo in cui Bouzid ci mostra come il terrorismo non sia solo un problema per l’Occidente, ma per tutti, ovunque. Per questo motivo è uno dei film arabi fondamentali sull’argomento. L’interpretazione tesa di Lotfi Abdelli si rivela intensa e coinvolgente. Il film ha vinto il Gold Tanit come Miglior Film al Carthage Film Festival e quello per Miglior Sceneggiatura e Miglior Attore al Tribeca Film Festival.

:: BIOGRAFIA

NOURI BOUZID Nasce nel 1945 a Sfax in Tunisia. Nel 1972 si diploma presso la scuola di cinema INSAS di Bruxelles realizzando il mediometraggio “Duel”. L’anno seguente frequenta un corso post diploma a Parigi, tenuto da Andre Delvaux sul “Rendez Vous a Braye”. Dal 1973 al 1979 è in prigione perché appartenente alla GEAST (Gruppo di Studio ed Azione Socialista Tunisino). Nel 1998 ottiene il Premio Presidenziale Cinematografico e, in veste di poeta, pubblica la raccolta “Sinners”. In Francia, nel 1992, ottiene la carica di Cavaliere delle Arti e della Letteratura. Due anni dopo fonda la scuola di cinema EDAC presso la quale è attualmente docente.

 

 

  

:: FILMOGRAFIA

2006 Making of 2001 Poupees d’argile 1997 Bent Familia 1994 Les Mains Dans le Plat 1992 Beznes 1990 Et Shehrazed s’est tué par des paroles indicibles 1989 Les sabot en or 1986 L’homme de cendre