Programma
Taormina Arte Awards
Il Grande Cinema al Teatro Greco
Lezioni di Cinema
Italiafilmfest
Lungometraggi
Italiafilmfest
Documentari
Italiafilmfest Cortometraggi
Eventi speciali
Le giurie
Mostra-mercato
del libro del cinema
Taormina Arte
PHOTO Gallery
Rassegna stampa
Accrediti
Notizie utili
Contatti
Regolamento
TFF 2005
TFF 2004
TFF 2003
TFF 2002
TFF 2001
HOME
 
Utenti attivi:
 

 

 

 

 

 

Taormina Arte Awards for Cinematic Excellence 2006

 

Luis Enrìquez Bacalov

Data premio:22/06/2006

Il pianista e compositore Luis Enrìquez Bacalov è nato a Buenos Aires dove ha iniziato la sua formazione musicale all’età di cinque anni con il professor Enrique Baremboim, continuando poi gli studi con Berta Sujovolsky (allieva di Artur Schnabel). Inizia giovanissimo l’attività concertistica in Argentina, come solista, in duo con il violinista Alberto Lisy e in vari gruppi di musica da camera. In Italia e in Francia, a partire dagli anni ’60, è molto attivo come compositore per il cinema, componendo le musiche di .lm quali La noia (1963, di D. Damiani); La congiuntura (1964, di E. Scola); Il Vangelo secondo Matteo (1965, di P.P. Pasolini: scelta delle musiche); Una vergine per il principe (1965, di P. Festa Campanile); Questa volta parliamo di uomini (1965, di L. Wertmüller); Una questione d’onore(1966, di L. Zampa); Una rosa per tutti (1966, di F. Rossi); Quién sabe? (1966, di D. Damiani: supervisione di Ennio Morricone); A ciascuno il suo (1967, di E. Petri); Questi fantasmi (1967, di R. Castellani); I protagonisti (1968, di M. Fondato); Cuori solitari (1969, di Franco Giraldi); L’amica (1969, di A. Lattuada); Il prezzo del potere (1969, di T. Valeri); Roma bene (1971, di C. Lizzani); Milano calibro 9(1972, di F. Di Leo); La rosa rossa (1973, di F. Giraldi); La seduzione (1973, di F. Di Leo); I prosseneti (1976, di B. Rondi); Improvviso (1979, di E. Bruck); Le rose di Danzica (1979, di A. Behe vilacqua); La giacca verde(1980, di F. Giraldi). Il nome di Bacalov raggiunge una vera popolarità quando Federico Fellini affida a questo musicista il commento di La città delle donne (1980), privo come si trova della .da presenza di Nino Rota, deceduto alla fine del 1978. Anche Bacalov, come Rota, viene stritolato dal regista riminese. Si segnalano la partiture di Coup de foudre (1983, di D. Kurys), di Caro Gorbaciov (1988, di C. Lizzani), di Donna d’ombra (1988, di L. Faccini), di Burro (1989, di J.M. Sanchez), e soprattutto di La maschera (1988, di F. Infascelli), dove Bacalov si rifà con gusto alla musica barocca e inventa una operina caricaturale. Interessante anche la colonna sonora di Una storia semplice (1991, di E. Greco). È stato l’autore delle musiche di Il cielo cadecon la regia dei fratelli Frazzi con i quali collaborerà ancora per Almost American, come pure de Il consiglio d’Egitto (2002) di Emidio Tango (2002) di Robert Duvall,Greco, Assassination Kill Bill 1 & 2 (2003, 2004) di Quentin Tarantino. Per le musiche de Il Postino, con la regia di Michael Radford, ha avuto numerosi premi e nomination. Per La treguadi Francesco Rosi ha conseguito una nomination per il David di Donatello e una nomination dalla A.M.P.A. per il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini. Svolge inoltre anche un’intensa attività come pianista e direttore d’orchestra in Europa e America. Tra i suoi impegni vi è la composizione di un'operatango tratta dal suo racconto Gardel y el compadrito che Enrique E. Buenaventura, C. Sessano e J.L. Goyena hanno recentemente trasformato in un libretto drammatico. Ha formato un quartetto con bandoneón, contrabbasso, percussioni e pianoforte, con il quale esegue composizioni che ricercano punti d’incontro fra diverse culture musicali, approdando ad un risultato fortemente sincretico musica etnica, urbana, contemporanea).

:: filmografia

 


Termini di utilizzo | Sito creato da Tina Berenato, ospitato e realizzato da Taonet S.r.l.