Programma
Taormina Arte Awards for Cinematic Excellence
Grande Cinema
al Teatro Antico
Cinema dal Mondo
Nastri d'Argento
Shooting Stars
Taken: l'evento speciale
Premio BNL
International Short Film
Premio BNL
I Corti Siciliani
Le lezioni di sei maestri
Il partner BNL
I Silver Sponsor
Evento speciale:
La meglio gioventù
Evento speciale:
Miklos Jancso
Taormina Arte
PHOTO Gallery
Gossip
Rassegna stampa
Conferenze Stampa
Accrediti
Servizi
Download
Contatti
TFF 2001
TFF 2002
HOME
 
Utenti attivi:

 

 

:: SILVANO CAMPEGGI MOSTRA PINOCCHIO

"Mio padre non era un falegname, ma faceva il tipografo e con l'Editore Bemporad stampò il bel Pinocchio, disegnato da Attilio Mussino. Pur essendo io bambino, il burattino ha preso anima nella mia fantasia attraverso i disegni di quel volume. Rivisitando il percorso e i tempi del mio lavoro, mi sono riapparsi i personaggi che ho incontrato fra l'Italia e l'America e, da ragazzo di quartiere, davanti al mondo internazionale del Cinema, mi sono sentito come Pinocchio nel 'Paese dei Balocchi'"
Quasi scherza Silvano Campeggi, nel rispondere all'impertinente domanda del cronista: "Ma lei si sente un po' Pinocchio?" E infatti "pinocchio sono io. Pinocchio, that's me" è il titolo della mostra organizzata da Taormina Arte e ospitata al primo paino del Palazzo dei Congressi, cuore pulsante della 49. edizione del Taormina Bnl Film Fest.
Pinocchio ha dato tanto al cinema, ricevendo una spinta ulteriore per fare il giro del mondo. E Campeggi lo presenta come solo un artista di fama mondiale sa fare: il burattino è ora con Hitchcock, ora con ET. Eccolo con Bambi e poi con la Loren. Pinocchio con Lassie, con Silvestro e Titti, con la Cardinale e con Newman. Pinocchio e le donne. Pinocchio e le star internazionali del cinema: emblematica l'espressione del famoso burattino ribelle ma in fondo "un caro ragazzo" come lo definisce lo stesso Campeggi, che guarda trasognato la Marilyn dalle pieche svolazzanti. Quella stessa Marilyn Monroe icona del Festival del Cinema di Taormina, icona e simbolo di una bellezza che non passa e che non è ostaggio del tempo.
Nato a Firenze, frequenta la Scuola d’Arte ed è allievo di Ottone Rosai e Ardengo Soffici. Inizia la sua carriera illustrando libri e giornali per diverse aziende grafiche. Trasferitosi a Roma nel dopoguerra entra nello studio del pittore Tamburi, conosce il cartellonista Martinati e viene attratto dalla cartellonistica cinematografica.
Nel 1988 il Comune di Firenze gli dedica una mostra a Palazzo Medici Riccardi: “Il cinema nei manifesti di Silvano Campeggi”. Nel 1995 Promo Immagine Cinema organizza una sua personale al Palazzo delle Esposizioni a Roma, con pitture originali dei manifesti cinematografici più importanti, ed una serie di ritratti di attori e registi da lui conosciuti. Nel 1997 realizza 35 dipinti ispirati al calcio storico fiorentino, allestiti poi in una mostra al Palagio di Parte Guelfa (Firenze) e a Lione (Francia). Nel 1998 nel Castello di Poppi, Enrico Crispolti cura la sua mostra “Sogni attaccati ai muri”, arricchita da schizzi, manifesti e ritratti di personaggi conosciuti da Campeggi nella sua lunga carriera.
Nel 1999 il Comune di Firenze lo nomina Magnifico Messere del calcio in costume.
Nel 2000 il quartiere fiorentino di San Frediano lo ospita con una rassegna culturale e sociale “Nano torna in San Frediano. Omaggio al M° Silvano Campeggi”: i negozianti del quartiere hanno esposto un’opera del Maestro per incentivare il recupero e la valorizzazione del quartiere. Nello stesso anno, riceve il Fiorino d’Oro, riconoscimento che la città di Firenze conferisce a coloro che hanno contribuito a farla grande Nel 2001 il Comune di Bagno a Ripoli, località dove l’artista risiede, allestisce in mostra una selezione di 50 opere dedicate al cinema americano e pubblica il volume C’era una volta il cinema. A Modena si tiene la mostra di manifesti “Il Mito”. A Siena realizza il drappellone per il palio dell’Assunta, e contemporaneamente una sua mostra è allestita nel Museo di Santa Maria della Scala: “Pittura in diretta: È Palio”.
Nel 2002 realizza un murale nel cinema di Lastra a Signa (Firenze), il ritratto del giornalista Luigi M. Personè ed inaugura a Bologna la mostra “Il cinema ritrovato: Omaggio a Charlie Chaplin”.
Silvano Campeggi vive e dipinge a Bagno a Ripoli, sulle colline di Firenze.


    Ministero per i Beni e le Attività Culturali [link esterno al sito]  Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo [link esterno al sito]  L'Unione europea in linea [link esterno al sito]   
Programma - Taormina Arte Awards for Cinematic Excellence - Grande Cinema al Teatro antico - Cinema dal Mondo
Nastri d'Argento Shooting Stars - Taken: l'evento speciale - Premio BNL International Short Film - Premio BNL I Corti Siciliani
Le lezioni di sei maestri La meglio gioventù - Miklos Jancso - Il partner BNL - Silver Sponsor - Gossip - Taormina Arte
Rassegna stampa - Servizi - Download - Contatti - TFF 2001 - TFF 2002 - HOME -
Termini di utilizzo | Privacy | Contatti | Sito realizzato e ospitato da Taonet S.r.l.
Torna IndietroTorna Indietro