Programma
Taormina Arte Awards for Cinematic Excellence
Grande Cinema
al Teatro Antico
Cinema dal Mondo
Nastri d'Argento
Shooting Stars
Taken: l'evento speciale
Premio BNL
International Short Film
Premio BNL
I Corti Siciliani
Le lezioni di sei maestri
Il partner BNL
I Silver Sponsor
Evento speciale:
La meglio gioventù
Evento speciale:
Miklos Jancso
Taormina Arte
PHOTO Gallery
Gossip
Rassegna stampa
Conferenze Stampa
Accrediti
Servizi
Download
Contatti
TFF 2001
TFF 2002
HOME
 
Utenti attivi:

 

 

::: Grande Cinema al Teatro Greco :::

ASSASSINATION TANGO

:: SCHEDA

Reg./Dir.:
Robert Duvall
Sogg./Story & Scen./Script:
Robert Duvall
Fot./Phot.:
Felix Monti
Mus.:
Luis Bacalov
Scg./Art Dir.:
Sara Parks
Cos.:
Beatriz De Benedetto
Int./Cast:
Robert Duvall (John)
Luciana Pedraza (Manuela)
Elvio Nessier (General Humberto Rojas)
Frank Cassavetes (Jo Jo)
Frank Gio (Frankie)
Géraldine Roj (Pirucha)
Gregory Dayton (Intelligence Officer)
James Keane (Whitey)
Julio Oscar Mechoso (Orlando)
Katherine Micheaux Miller (Jenny)
Kathy Baker (Maggie)
Michael Corrente (Cop)
Raúl Outeda (Tony Man)
Rubén Blades (Miguel)
Prod.:
Robert Duvall
Robert Carliner
Steve Brown
Orig.:
USA 2002
114' / v.o. inglese / 35 mm


:: TRAMA

John J. è un killer stagionato mandato in missione in Argentina. Il Generale che deve uccidere ritarda a rientrare nel suo paese e così John ne approfitta per trascorrere il suo tempo con Manuela, una bellissima ballerina che diventa la sua guida e insegnante nel sensuale mondo del tango argentino. Totalmente sedotto dall’ambiente ricco e misterioso cui Manuela l’ha introdotto, il suo idillio viene spezzato quando il motivo reale per cui si trova in Argentina inizia a riaffiorare.

:: BIOGRAFIA REGISTA

Nasce a San Diego, California, nel 1931. Al Principia College di Elsah, Illinois, Duvall studia Storia e Politica per poi cambiare direzione agli studi universitari, laureandosi in Recitazione. Si trasferisce a NY nel 1955, studiando al celebre Neighborhood Playhouse on the G.I. Bill. Il famoso insegnante di recitazione Sanford Meisner riconosce subito il potenziale del giovane Duvall, scegliendolo per Camino Real di Tennessee Williams e The Midnight Caller di Horton Foote. Cinque anni dopo, lo sceneggiatore/ drammaturgo Foote raccomanda Duvall per il suo debutto cinematografico in To Kill a Mockingbird. Nel 1965, Duvall vince il Premio Obie per la sua interpretazione del protagonista in A View from the Bridge di Arthur Miller. Dopo un ruolopreminente nella serie TV Naked City, Duvall è stato il protagonista di Wait Until the Dark a Broadway. Tra gli altri film degli anni ’60 ricordiamo Captain Newman, M.D., The Chase, Countdown (diretto da Robert Altman), The Detective, The Rain People (diretto da Francis Ford Coppola) e True Grit. Inaugura gli anni ’70 nel ruolo del buon Maggiore Frank Burns nella commedia di enorme successo di Altman M*A*S*H, seguito dal debutto registico di George Lucas, in THX 1138 e Lawman. Nel 1972, ottiene una nomination agli Oscar come attore non protagonista per la sua interpretazione di Tom Hagen ne Il Padrino di Coppola. Altri film degli anni ’70 comprendono Tomorrow, The Great Northfield Minnesota Raid, Joe Kidd, Badge 373, The Conversation e The Outfit. Nel 1974, Duvall lavora ne Il Padrino: Parte II, seguito da Breakout e The Killer Elite diretti da Sam Peckinpah. Nel successo di botteghino Network di Sydney Lumet, interpreta il ruolo di un rude dirigente di un canale televisivo, mentre in The Seven-Per-Cent Solution di Herbert Ross veste i panni del Dottor Watson. Ne l1977, Duvall debutta alla regia con un documentario, We’re Not the Jet Set. Tornato sul palcoscenico di New York con American Buffalo di David Mamet, è impegnato in The Eagle Has Landed, The Greatest e The Betsy, oltre al difficile ruolo da protagonista nella miniserie TV Ike. Nel 1979 Duvall si guadagna una seconda nomination agli Oscar come attore non protagonista per Apocalypse Now e l’anno successivo un’ulteriore nomination per il ruolo del duro pilota della Marina, Bull Meechum nel film The Great Santini. È il protagonista di True Confessions e The Pursuit of D.B. Cooper per poi tornare a collaborare con Horton Foote in Tender Mercies, dove impersona Mac Sledge, un famoso musicista Country costretto a rimettere insieme i pezzi della sua vita. Duvall poi scrive e interpreta le canzoni per il film del 1983 che gli vale l’Oscar come migliore attore protagonista. Nel 1983 sceneggia, dirige e produce il15 suo secondo film, Angelo, My Love, il ritratto di una misteriosa comunità di zingari newyorkesi. Di questo periodo sono anche le sue interpretazioni in The Stone Boy, The Natural, The Lightship, Belizaire the Cajun e Colors. Ottiene una nomination agli Emmy per l’interpretazione di Gus nella popolare mini-serie Lonesome Dove, esperienza che in seguito descrive come “una delle migliori della sua carriera”. All’inizio degli anni ’90, interpreta film quali Days of Thunder, The Handmaid’s Tale, A Show of Force e Convicts, per la regia di Horton Foote. Ha lavorato anche per The Paper, Newsies, Rambling Rose, Falling Down, Geronimo e Wrestling Ernest Hemingway. Per la sua interpretazione del crudele dittatore sovietico Stalin, per la HBO, vince il Golden Globe. Più di recente, Duvall è il protagonista di The Stars Fell on Henrietta, The Scarlet Letter, Phenomenon e Deep Impact. Nel 1992 fonda la Butchers Run Films. La prima coproduzione della società, A Family Thing, scritto da Billy Bob Thornton, coprotagonisti Duvall e James Earl Jones, gli è valsa il Premio Humanitas. Continuando nelle sue scelte impegnate, Duvall è il produttore esecutivo di The Man Who Captured Eichmann, dove interpreta lo spietato burocrate nazista Adolph Eichmann. Il film, trasmesso in prima TV sulla TNT, è la seconda coproduzione della sua Butchers Run Films.

 

 

  

:: FILMOGRAFIA

1962
To Kill a Mockingbird, di Robert
Mulligan
1963
Captain Newman, M.D., di
David Miller
1965
Nightmare in the Sun, di Marc
Lawrence
1966
Fame Is the Name of the Game,
di Stuart Rosemberg (TV)
The Chase, di Arthur Penn
1967
Cosa Nostra, Arch Enemy of
the FBI, di Don Medford (TV)
1968
Bullitt, di Peter Yates
The Detective, di Gordon
Douglas
Countdown, di Robert Altman,
William Conrad
Flesh and Blood, di Arthur
Penn (TV)
1969
The Rain People, di Francis
Ford Coppola
True Grit, di Henry Hathaway
1970
The Revolutionary, di Paul
Williams
M*A*S*H, di Robert Altman
1971
Lawman, di Michael Winner
THX 1138, di George Lucas
1972
Tomorrow, di Joseph Anthony
Joe Kidd, di John Sturges
The Great Northfield, Minnesota
Raid, di Philip Kaufman
The Godfather, di Francis
Ford Coppola
1973
Badge 373, di Howard W.
Koch, Martin ScorseseLady Ice, di Tom Gries
1974
The Godfather: Part II, di
Francis Ford Coppola
The Outfit, di John Flynn
The Conversation, di Francis
Ford Coppola
1975
The Killer Elite, di Sam Pekinpah
Breakout, di Tom Gries
1976
The Seven-Per-Cent Solution,
di Herbert Ross
The Eagle Has Landed, di
John Sturges
Network, di Sidney Lumet
1977
The Greatest, di Tom Gries,
Monte Hellman
1978
Ike: The War Years, di Melville
Shavelson (TV)
Invasion of the Body Snatchers,
di Philip Kaufman
The Betsy, di Daniel Petrie
1979
The Great Santini, di Lewis
John Carlino
Apocalypse Now, di Francis
Ford Coppola
Ike, di Boris Sagal, Melville
Shavelson (TV)
1981
The Pursuit of D.B. Cooper,
di Roger Spottiswoode
True Confessions, di Ulu
Grosbard
1982
Aliens From Another Planet,
di Irwin Allen, Sobey Martin
(TV)
1983
The Terry Fox Story, di Ralph
L. Thomas (TV)
Tender Mercies, di Bruce Beresford
1984
Sanford Meisner: The American
Theatre’s Best Kept
Secret, di Nick Doob
The Stone Boy, di Christopher
Cain
The Natural, di Barry Levinson
1985
The Lightship, di Jerzy Skolomowski
1986
Let’s Get Harry, di Stuart
Rosemberg
Belizaire the Cajun, di Glen
Pitre
1987
Apocalypse Pooh, di T.
Graham (TV)
Tango Bayle nuestro, di
Jorge Zanada
Hotel Colonial, di Cinzia Th.
Torrini
1988
Colors, di Dennis Hopper
1989
Lonesome Dove, di Simon
Wincer (TV)
1990
Convicts, di Peter Masterson
Days of Thunder, di Tony Scott
A Show of Force, di Bruno
Barreto
The Handmaid’s Tale, di
Volker Schlöndorff
1991
The Godfather Family: ALook
Inside, di Jeff Werner (TV)
Rambling Rose, di Martha
Coolidge
1992
The Godfather Trilogy: 1901-
1980, di Francis Ford Coppola
Stalin, di Ivan Passer (TV)
La Peste, di Luis Puenzo
Newsies, di Kenny Ortega
1993
Wrestling Ernest Hemingway,
di Randa Haines
Geronimo: An American Legend,
di Walter HillFalling Down, di Joel Schumacher
1994
The Paper, di Ron Howard
1995
The Scarlet Letter, di Roland
Joffé
The Stars Fell on Henrietta,
di James Keach
Something to Talk About, di
Lasse Hallström
1996
The Kennedy Center Honors:
A Celebration of the
Performing Arts, di John
Frook, Sara Lukinson (TV)
The Man Who Captured
Eichmann, di William A.
Graham (TV)
Sling Blade, di Billy Bob
Thornton
Phenomenon, di Jon Turteltaub
A Family Thing, di Richard
Pearce
1997
The Apostle, di Robert Duvall
1998
ACivil Action, di Steven Zaillian
Deep Impact, di Mimi Leder
The Gingerbread Man, di
Robert Altman
2000
The 6th Day, di Roger Spottiswoode
A Shot at Glory, di Michael
Corrente
Gone in Sixty Seconds, di
Dominic Sena
2002
Assassination Tango, di Robert
Duvall
John Q, di Nick Cassavetes
2003
Open Range, di Kevin Costner
Secondhand Lions, di Tim
McCanlies
Gods and Generals, di Ronald
F. Maxwell


    Ministero per i Beni e le Attività Culturali [link esterno al sito]  Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo [link esterno al sito]  L'Unione europea in linea [link esterno al sito]   
Programma - Taormina Arte Awards for Cinematic Excellence - Grande Cinema al Teatro antico - Cinema dal Mondo
Nastri d'Argento Shooting Stars - Taken: l'evento speciale - Premio BNL International Short Film - Premio BNL I Corti Siciliani
Le lezioni di sei maestri La meglio gioventù - Miklos Jancso - Il partner BNL - Silver Sponsor - Gossip - Taormina Arte
Rassegna stampa - Servizi - Download - Contatti - TFF 2001 - TFF 2002 - HOME -
Termini di utilizzo | Privacy | Contatti | Sito realizzato e ospitato da Taonet S.r.l.
Torna IndietroTorna Indietro