Programma
GOSSIP
Diamond Awards
Grande Cinema
al Teatro Greco
Cinema dal Mondo
Nastri d'Argento
Premio BNL
International Short Film
Premio BNL
I Corti Siciliani
Paul Morrissey
la Trilogia
Omaggio a Sergio Leone
Marilyn forever
Il partner BNL
Gli sponsor
Oltre Cannes
Convegno
Mostre
Pubblicazioni
Taormina Arte
PHOTO Gallery
Rassegna stampa
Conferenze Stampa
Pass Cultura
Servizi
Download
Contatti
TFF 2001
HOME
 
Utenti attivi:

Assessorato Regionale del Turismo e delle Comunicazioni e dei Trasporti [link esterno al sito]

AirOne [link esterno al sito]

Lancaster Monaco [link esterno al sito]

Maggiore, mobilità integrata. [link esterno al sito]

Moto Guzzi [link esterno al sito]

 

 

:: NASTRI D'ARGENTO

Oltre dieci titoli premiati, con ben quattro Nastri a L'ora di religione di Marco Bellocchio, e una pioggia di riconoscimenti per Il più bel giorno della mia vita di Cristina Comencini: è in sintesi il verdetto dei giornalisti cinematografici che hanno assegnato i Nastri d'argento 2002, un premio che chiude in bellezza al Teatro Antico la lunga stagione dei riconoscimenti e delle segnalazioni per il cinema, segnalando a sorpresa anche tanti film interessanti anche se resi poco visibili dalla distribuzione. E' successo, tanto per cominciare nella scelta delle "cinquine" di quest'anno, con ben 34 titoli in corsa, ma anche nell'orientamento finale dei giornalisti che hanno votato i Nastri dell'anno. L'ora di religione, partito con ben nove candidature, ha conquistato i Nastri destinati al regista del miglior film italiano, Marco Bellocchio, all'autore del miglior soggetto, ancora Bellocchio, al protagonista maschile, Sergio Castellitto e alla migliore presa diretta (un riconoscimento nuovo, questo, nel parterre del premio) andato a Maurizio Argentieri (anche per Casomai di D'Alatri). Miglior esordiente, invece, si è confermato Paolo Sorrentino, con L’uomo in più, che era comunque partito, nella corsa ai Nastri anche per la segnalazione della coppia dei suoi protagonisti Toni Servillo e Andrea Renzi, e per la migliore sceneggiatura. Miglior produttore dell'anno è Domenico Procacci: la sua Fandango è anche produttrice di Respiro di Emanuele Crialese, per il quale il Nastro d'argento come migliore attrice protagonista è andato a Valeria Golino.

TUTTI I VINCITORI
Regista del miglior film italiano:

Marco Bellocchio
(L’ora di religione)

Regista esordiente:

Paolo Sorrentino
(L'uomo in più)

Produttore: Fandango
Soggetto:

Marco Bellocchio
(L'ora di religione)

Sceneggiatura:

Cristina Comencini, Lucilla Schiaffino, Giulia Calenda
(Il più pel giorno della mia vita)

Attrice protagonista:

Valeria Golino
(Respiro)

Attore protagonista:

Sergio Castellitto
(L'ora di religione)

Attrice non protagonista:

Margherita Buy,Virna Lisi, Sandra Ceccarelli
(Il più bel giorno della mia vita)

Attore non protagonista:

Leo Gullotta
(Vajont)

Musica:

Edoardo Bennato
(Il principe e il pirata)

Fotografia:

Luca Bigazzi
(Brucio nel vento)

Presa diretta:

Maurizio Argentieri
(L'ora di religione/Casomai)

Scenografia:

Andrea Crisanti
(Il consiglio d'Egitto)

Costumi:

Alessandro Lai e Alberto Moretti (Senso 45)

Montaggio:

Francesca Calvelli
(No man's land)

Canzone:

Gianna Nannini
(Momo)

Regista del film straniero:

Robert Altman
(Gosford Park)

Nastro europeo: Pedro Almodovar
Nastro speciale: Omaggio a Ferruccio Amendola
Premio
'Guglielmo Biraghi'
Adriano Giannini

 

Con un buon successo si è affermato Il più bel giorno della mia vita: anche se Cristina Comencini candidata come regista del miglior film è stata battuta da Bellocchio, i Nastri hanno premiato la sceneggiatura (Comencini,Schiaffino, Calenda) e la terna delle attrici non protagoniste: Virna Lisi, Margherita Buy, Sandra Ceccarelli. Leo Gullotta, per la bella interpretazione di Vajont è il non protagonista dell'anno, Edoardo Bennato e Gianna Nannini hanno rispettivamente portato a casa il Nastro per la migliore musica (Il principe e il pirata) e per la canzone originale (Momo). Infine i riconoscimenti tecnici: Luca Bigazzi è il Nastro d'argento per la migliore fotografia (Brucio nel vento di Silvio Soldini), Andrea Crisanti lo scenografo dell'anno (Il consiglio d'Egitto di Emidio Greco) la coppia Lai-Moretti ha vinto per i costumi (Senso 45) e Francesca Calvelli per il montaggio (No man's land). Regista del miglior film straniero 2002 è, infine, Robert Altman per Gosford park.

La cerimonia di consegna in diretta tv su Stream condotta da Serena Dandini. Pedro Almodovar che ritira il Nastro europeo. Con un Nastro speciale, infine, il Sngci dedica il premio al miglior doppiatore a Ferruccio Amendola, scomparso da un anno: a ritirarlo il figlio Claudio.


    Ministero per i Beni e le Attività Culturali [link esterno al sito]  Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo [link esterno al sito]  L'Unione europea in linea [link esterno al sito]
Programma - Taormina Arte Diamond Awards - Grande Cinema al Teatro Greco - Cinema dal Mondo - Nastri d'Argento - Premio BNL International Short Film - Premio BNL I Corti Siciliani - Paul Morrissey la Trilogia -Omaggio a Sergio Leone - Marilyn forever - Il partner BNL - Gli sponsor - Oltre Cannes - Convegno - Mostre - Pubblicazioni - Taormina Arte - Rassegna stampa - Servizi - Download - Contatti - TFF 2001 - HOME -
Termini di utilizzo | Privacy | Contatti | Sito realizzato e ospitato da Taonet S.r.l.
Torna IndietroTorna Indietro